Diari di viaggio · Slovenia

Giorno 5: pioggia nel nord-est

Nella regione più nord orientale della Slovenia, abbiamo trascorso una giornata di Pasqua all’insegna della pioggia e della neve. Dato che tutti i musei erano chiusi per le feste, abbiamo visitato due cittadine che possono essere considerate veri e propri musei a cielo aperto: Ptuj e Maribor.

Della prima abbiamo visitato il centro storico: Mestni Trg, con il bel municipio bianco; Minoritski Trg, con le facciate del monastero e della grande chiesa; Slovenski trg, con la torre civica, il teatro che pare un candido tempio greco, il monumento ad Orfeo che era coperto per lavori di restauro e l’ufficio turistico. La chiesa di San Giorgio, Presernova Ulica con le case più antiche della città, il monastero domenicano con la sua chiesa dalla facciata rosa. Tutto questo rende Ptuj davvero bella e visitarne il centro storico, così raccolto e ricco di edifici interessanti, vale la deviazione verso l’est della Slovenia.

Nonostante le condizioni climatiche fossero poco favorevoli, abbiamo proseguito il viaggio verso il villaggio di Izakovci, sulle rive del fiume Mura. Normalmente, qui si può vedere l’ultimo vero mulino galleggiante del Paese.
Sul fiume Mura, in passato, i mulini galleggianti erano molti. Potevano essere spostati via acqua nelle zone in cui la corrente faceva girare le ruote dei mulini nel modo migliore e consentivano così una lavorazione più efficace.
Sfortunatamente la loro peculiarità è stato anche il motivo per cui noi non siamo riusciti a vederli da vicino e visitarli: il fiume aveva allagato il sentiero e scorreva impetuoso, impedendoci di superare quei 30 metri che ci dividevano dal mulino. Siamo riusciti a scorgere la ruota in lontananza, che girava frenetica.
Poco più a nord, nel villaggio di Verzej, esiste un’altra versione dei tradizionali mulini ad acqua del Mura. In questo caso siamo riusciti ad avvicinarci abbastanza da intuirne il funzionamento: al contrario di quello di Izakovci, sulla sorta di zattera utilizzata per spostare il mulino si trovano solo le ruote, non anche la macina. Quindi, per utilizzarlo bisognava collegarlo ad una struttura provvista di macina.

1 (298)

Attraversando la campagna in direzione di Maribor si incontrano cerbiatti e gru. La città, il principale centro delle regione nord orientali della Slovenia, è attraversata dal fiume Drava.

Se Ljubljana è detta la “piccola Praga”, Maribor può essere definita come una sorta di piccola Ljubljana. Nonostante la pioggia, la camminata per le vie e le piazze del centro è piacevole. Il municipio e il castello dalla facciata bianca e le case colorate che li circondano ricordano davvero le due capitali!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...