Mente vagabonda

Primi pensieri

Non so se avete presente la sensazione che si prova quando hai preparato tutto per partire, quando per una volta sei deciso a fare il passo più lungo della gamba e invece succede qualcosa che ti costringe a cambiare i tuoi piani.
E’ un momento molto difficile, in cui metti in discussione te stesso e in cui ti poni a confronto con quello che hai costruito fino ad ora. In quel momento inizi a porti delle domande.

1) Perché viaggiare?

Spesso si sente semplicemente la necessità di partire, di lasciare tutto, di dare una svolta, di allontanarsi dal quotidiano. E’ difficile rendere ogni giorno unico e diverso, ma è umano non riuscirci sempre, arrivare ad un punto in cui la vita di tutti i giorni ci stanca e per questo abbiamo bisogno di staccare e di vivere in modo diverso. Si possono fare mille cose per movimentare la propria vita, ma giunge sempre quel momento in cui l’unica soluzione è mettersi uno zaino in spalla e partire. Bisogna provare per credere, ma tutte le volte che sono partito mi ha aiutato a tornare con uno spirito nuovo e con dei cambiamenti. Alla fine è questo che conta: tornare a casa per poter ripartire, per poter condividere con le persone le proprie esperienze, per confrontarsi anche nel quotidiano, per crescere.

2) Con chi partire?

Capita a volte di voler partire da soli, perché si sta affrontando un momento difficile, perché la propria testa si sente stretta in una morsa, perché si sente il bisogno di respirare aria nuova. Partire da soli per conoscere se stessi. Per sentire fino a quale punto può tendere la vostra insicurezza, per capire quali sono i vostri limiti e se siete capaci di superarli. Cos’è il viaggio se non una sfida? Come tale ha un certo numero di rischi, di sorprese, di imprevisti, di paure, di gioie. Non si è mai pronti per affrontarli, ma questo non sarà certamente un ostacolo.
Dall’altra parte si può partire in compagnia: scegliete sempre le persone che condividono il modo di viaggiare che vi contraddistingue, che sono pronte a rischiare e a mettere tutta la loro energia in una nuova avventura. Non sempre è facile trovare i compagni giusti: ci vuole un po’ di fortuna e una buona capacità di adattamento alle esigenze del gruppo.
Potete viaggiare con un amico, con un parente, con la persona amata o in solitaria. Ognuna di queste esperienze sarà diversa e capirete quale si addice maggiormente a voi.
Per quanto mi riguarda adoro viaggiare in compagnia delle “mie” persone giuste: ci capiamo a vicenda, ci confrontiamo, ci avventuriamo con lo stesso spirito e con aspettative diverse in un mondo che non conosciamo. In qualche modo, sebbene differenti, riusciamo a completarci e a sostenerci a vicenda, ognuno mettendo a disposizione le proprie capacità: c’è la persona abile con la macchina fotografica, imbattibile nell’orientamento anche in un Paese straniero, sempre pronta a dare informazioni e a fare un programma dettagliato (anche se non sempre rispettato); c’è la persona che ha molte capacità tecniche, dovute anche all’esperienza passata, che dopo numerosi viaggi ha ancora lo stesso livello di entusiasmo, che è disponibile ai cambiamenti di rotta e che in parte tiene il gruppo tra le righe; c’è la persona che che si occupa della telecamera, che cerca di imparare il massimo delle cose che le vengono spiegate, che contribuisce a definire un programma dettagliato, che incita (come tutti) ai cambiamenti di rotta e che nei suoi limiti mette a disposizione le proprie capacità. Non vi dirò quale sono tra questi elementi del gruppo. L’importante è essere consapevoli che tutti siamo diversi, che ognuno ha i propri difetti, ma che proprio queste caratteristiche costituiscono la bellezza e la pienezza di un vero viaggio.

Le domande che mi sono posto sono molte, ma queste due sono le prime che ho voluto trattare. Ne seguiranno altre e se qualcuno lo desidera può scriverci le proprie domande, quelle che si è posto prima di un viaggio o al suo ritorno, quelle che più lo preoccupano e quelle che considera importanti per lui.
Tutte le esperienze hanno un proprio valore e se sono fatte con le persone giuste possono donare davvero molto.

Nel frattempo… Buon Viaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...